In occasione del Corpus Domini l’Abbazia di Chiaravalle della Colomba viene abbellita da un variopinto Tappeto Fiorito. Un’ottimo motivo per scoprire questo gioiello medievale del monachesimo cistercense.

L’abbazia sorge isolata nella pianura piacentina, presso la località di Alseno, a pochi km da Fiorenzuola d’Arda. L’antica struttura è composta, fra l’altro, dalla chiesa in puro stile cistercense, dall’elegante chiostro e dalla Sagrestia con importanti affreschi trecenteschi.

Appena entrati nel chiostro gotico, si percepisce ancora la tranquillità del luogo monastico, e si rimane affascinati dagli ampi spazi e dalle singolari colonne annodate agli angoli, osservando bene si scoprono alcuni capitelli scolpiti e telamoni a sostegno degli archi.

Sicuramente l’Abbazia merita una descrizione più approfondita – che rimando ad un’altra occasione -  questa volta preferisco soffermarmi sulla celebre Infiorata, che si può ammirare nella Chiesa abbaziale ogni anno in occasione del Corpus Domini. 

Percorrendo la navata centrale della Chiesa potrete osservare diversi “quadri” disegnati e coperti da petali di fiori di vari colori e ramoscelli di vari alberi, il tutto viene eseguito manualmente con molta dedizione e pazienza dalla comunità monastica Cistercense e dai fedeli della Parrocchia. E’ una vera e propria opera d’arte, che mi piace tornare a vedere appena posso!  E mentre guarderete le decorazioni sarete avvolti dal profumo intenso sprigionato dai fiori e dalle piante utilizzati.

Il tema è sempre diverso e viene dato dal Papa, quello del 2016,ovviamente, sarà il Giubileo della Misericordia.

In occasione di questa festività si realizzano Tappeti Fioriti in diversi luoghi d’Italia e d’Europa. L’idea di “festeggiare” questa ricorrenza con un tappeto di fiori nasce nel XIII mo secolo per iniziativa di una monaca cistercense, Santa Giuliana di Liegi, che votata alla vita contemplativa, si rese conto che il Santissimo Sacramento non aveva ancora alcuna festa solenne. Convinse dunque l’allora arcidiacono di Liegi, Giacomo Troyers, a occuparsi di questa questione. Egli una volta divenuto Papa con il nome di Urbano IV istituì la solennità del Corpus Domini. Durante questa cerimonia, si svolgeva una processione preceduta dallo spargimento di petali di fiori, appunto l‘Infiorata.

I monaci cistercensi in seguito si impegnarono per far diventare questa decorazione effimera qualcosa che rimanesse un po’ più a lungo nel tempo, e nella memoria dei fedeli;  così realizzarono all’interno delle loro chiese un tappeto ricco di immagini composte da petali di fiori.

L’appuntamento dell’Infiorata qui a Chiaravalle della Colomba richiama molti fedeli e turisti, che oltre a seguire la cerimonia religiosa nel giorno del Corpus Domini, trovano nel chiostro delle mostre e un mercatino, e visitano il negozietto di liquori dei monaci.

Durante la cerimonia solenne, che si svolge la domenica del Corpus Domini alle 17:00, l’Abate non rinuncia a terminare la processione, camminando sul tappeto di fiori, facendo bene attenzione a non rovinare l’opera che dovrà essere ammirata ancora per due settimane!

Nel 2016 la festività del Corpus Domini sarà domenica 29 maggio. Il tappeto fiorito si potrà vedere negli orari di apertura dell’abbazia dalle 8:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 18:30 dal 29 maggio al 12 giugno 2016.

COME ARRIVARE: arrivando dall’Autostrada A1 (da Bologna o da Milano) o dall’Autostrada A21 (da Brescia- Cremona) prendete l’uscita di Fiorenzuola d’Arda. Proseguite su strada SP462R per 1, 6 km fino ad immettervi sulla tangenziale di Fiorenzuola SS9 per 5km fino all’uscita Fiorenzuola Est/ Chiaravalle. Proseguite prima sulla Via Emilia Ovest per 1 km e poi a sinistra su Strada Busazza, dopo 800 metri svoltate a destra seguendo i cartelli per 1, 8 km fino a raggiungere la località di Alseno, allo stop svoltate a sinistra e alla prima a destra trovate il parcheggio gratuito dell’Abbazia.