Domenica 18 settembre 2016 vi invito a scoprire Villa Caramello, settecentesca residenza piacentina della famiglia dei Marchesi Paveri Fontana, situata a pochi chilometri da Castel San Giovanni (PC), separata dalla Via Emilia Pavese da un lungo e scenografico viale alberato.

Aperta solo in alcune occasioni dal 2014, quest’anno la Villa apre le sue porte ai visitatori con una piccola mostra dedicata alla Duchessa Maria Luigia d’Austria, partecipando alle celebrazioni del bicentenario del suo arrivo nel Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla. Il primo appuntamento è stato domenica 11 settembre.

La villa è un vero gioiello dell’architettura settecentesca. L’edificio preesistente di origine medievale fu trasformato dall’architetto Ferdinando Galli Bibiena. Sicuramente l’opera di maggior impatto che reca la sua firma è lo splendido Scalone scenografico!
La visita guidata vi farà scoprire alcuni ambienti a piano terra, tra i quali la Cappella di famiglia, e al piano nobile raggiungerete il Salone delle feste e l’ambiente affrescato da Francesco Natali.

Questo anniversario è l’occasione per i Marchesi per ricordare i forti legami con la Duchessa: un loro avo, Il marchese Giuseppe, fu ciambellano della Duchessa durante il suo governo nel Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla, e nel 1823 fu nominato Soprintendente dei palazzi di Maria Luigia. Un altro antenato degli attuali proprietari della villa, il Marchese Lionello, sposò nel 1913 la pronipote della Duchessa, Guglielmina Sanvitale, diversi dunque sono gli oggetti e i documenti che raccontano queste relazioni.

Visitando la villa e la mostra potrete scoprire alcune curiosità sui cerimoniali di corte: un documento esposto ad esempio spiega i protocolli in uso al tempo: venivano infatti diffuse delle incisioni per far sapere esattamente come si dovevano indossare le onorificenze e le medaglie, nulla era lasciato al caso!

Alcune lettere invece, di cui una scritta e firmata dalla duchessa, si riferiscono agli incarichi e ai privilegi del ciambellano della corte ducale.

Medaglie e documenti con sigilli testimoniano i momenti ufficiali della storia del Ducato, legati anche alla presenza in questi territori dei Marchesi come la costruzione del Ponte sul Trebbia.

Tra gli oggetti ereditati direttamente dalla Duchessa ci sono porcellane raffinate, dipinte e dorate che riproducono i ritratti di famiglia.

La tazza scelta come locandina della mostra ad esempio, raffigura la matrigna della Duchessa: Maria Ludovica Austria Este di Modena. L’imperatore Francesco I sposò questa giovane donna in terze nozze, sperando così di assicurarsi una discendenza maschile. Maria Ludovica purtroppo non gli diede figli e morì di tubercolosi lo stesso anno in cui Maria Luigia si insediò a Parma, proprio mentre entrambe si trovavano a Verona. La nostra duchessa stava arrivando nel ducato e proprio a causa di questa morte improvvisa ritardò il suo arrivo a Parma, le due donne, quasi coetanee, erano molto legate.

I Ritratti presenti in mostra sono diversi, spesso di piccole dimensioni, mostrano l’uso che i nobili avevano di portarli in viaggio con se, come oggi noi facciamo con le foto dei nostri cari.

Ci sono anche degli acquerelli dipinti da Maria Luigia raffiguranti il paesaggio o alcune residenze ducali. La duchessa aveva imparato a dipingere, a suonare il piano e a fare lavori di cucito e uncinetto. All’epoca anche le nobildonne imparavano queste attività, secondo lei infatti “una donna seduta in totale oziosità rende l’attitudine di un uomo e perde la grazia che la distingue..”

Nelle occasioni che ho avuto di visitare Villa Caramello mi sono immaginata come poteva essere trascorrere una giornata in una villa immersa nella campagna, quando ancora si viaggiava in carrozza e il tempo scorreva lento, e i Marchesi e i loro ospiti illustri prendevano il the all’ombra del portico belvedere…quasi come in un romanzo di Jane Austen!

Informazioni:

Quando:

Le visite guidate si svolgono domenica 11 e 18 settembre 2016 al pomeriggio (dalle 15:00 alle 18:00 con ultimo ingresso alle 17:00)-E’ consigliata la prenotazione: eventi@atlanteguide.it     Tel +39 3341553061

Costo: 8,00 Euro per persona

Come arrivare

La villa è situata a 2 km da  Castel San Giovanni (PC) in Località Caramello, Fontana Pradosa.
Se arrivate dall’Autostrada A21 (da Torino- da Genova o da Brescia- Bologna) prendete l’uscita di Castel San Giovanni, proseguite lungo la Strada Provinciale 412R (Via S. Allende) in direzione Castel San Giovanni  per 3,4 km. Attraversate e superate Castel San Giovanni seguendo la direzione Piacenza. Proseguite lungo la SS10 per 1 km fino alla località di Fontana Pradosa alla vostra destra vedrete un filare di alberi, svoltate a destra e percorrete il viale fino in fondo, dove troverete la villa (c’è un parcheggio interno su prato).